Grande successo per il nuovo centro sportivo della Rondinella

Migliaia di persone accorse all’inaugurazione del nuovo impianto sportivo della Rondinella in questo caldo sabato di maggio: presenti le istituzioni con il Presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l’Assessore al Comune di Firenze Cosimo Guccione, il Presidente del Q4 Mirko Dormentoni. Non sono mancate anche le autorità sportive con il Presidente Regionale della Figc Paolo Mangini, il vicepresidente Nazionale del settore tecnico Paolo Bosi, i candidati a sindaco di Firenze, candidati nel consiglio comunale e tante famiglie del territorio, giocatori, dirigenti e sponsor della società biancorossa.
Un momento che società e tifosi attendevano da tempo. Una giornata di festa in cui la Rondinella Marzocco, per dirlo con le parole del presidente Lorenzo Bosi, “ha la sua nuova casa ed è pronta a scrivere un nuovo e importante pezzo di storia”.
Alle 14:30 c’è stata l’intitolazione del nuovo campo a 11 a Roberto Rorandelli detto “Panara”, dirigente storico della società.
Presenti all’intitolazione la moglie di Roberto e il presidente della Rondinella.
Successivamente è stato cantato l’inno della Rondine da Lorenzo Andreaggi e presentate ufficialmente le maglie per la stagione prossima, realizzate ad hoc, con il design firmato da Open Comunicazione. Per tutto il pomeriggio, oltre alla partita di apertura sul campo principale tra la Prima Squadra/Juniores e la Nazionale Italiana Comunicazione Digitale e le altre sfide biancorosse, si sono svolti anche tornei di padel ed esibizioni di freestyle a cura di Freestyle Italia. In campo, nella Nazionale Italiana Comunicazione Digitale, figure di spicco come Giovanni Galli e Alberto Malusci.
Il bellissimo impianto è stato, e lo sarà anche in futuro, una vera e propria casa per tutti gli amanti dello sport e per tutti coloro che condividono la passione biancorossa. Nel campo a 5 è stato proiettato in anteprima il video reportage realizzato da “Stadi italiani” dedicato alla Rondinella Marzocco, primo in Italia di un progetto che ha l’obiettivo di raccontare storie di società, stadi, città e quartieri.
Non sono mancati corner per attività per bambini e famiglie. È stata anche realizzata una hall of fame dedicata alla Rondinella Marzocco e ai tifosi della Vecchia Guardia e sul muro esterno, adiacente all’entrata, un murales realizzato da Kraita317.
E poi, ancora nel campo a 5, stand e workshop, con la formazione del Rondinella Lab, l’incontro con ITS Prime per conoscere attività e opportunità per ragazze e ragazzi, la possibilità di provare l’esperienza del Metaverso con i professionisti di Future, la dimostrazione coordinata da Humanitas per il corretto utilizzo del defibrillatore, Firenze Città Circolare per la raccolta differenziata, il merchandising e tanto altro.
Alle 18:30 si è conclusa la manifestazione con il taglio del nastro e la benedizione del parroco Don Marco Cioni.

Una giornata indimenticabile!

Inno Rondine Biancorossa