Nuova società e nuove cariche: Bosi confermato presidente, Di Costanzo nuovo vice

Novità importanti in casa Rondinella. Da ieri una nuova forma societaria, l’ingresso di realtà imprenditoriali nazionali e locali per dare il via ad un progetto di crescita sportivo e non solo che coinvolge imprenditori, professionisti, esperti in vari settori: dal digitale alla farmaceutica, dall’innovazione alla sostenibilità, dalla comunicazione all’enogastronomia, dal sociale alla salute.

Tra le nuove società che hanno deciso di investire nella Rondinella Marzocco ci sono Open Comunicazione, Fondazione Leaf, Postini Fiorentini, Mediatel Service.

Si è riunita ieri, infatti, nella sede di Ponte a Greve, dove stanno procedendo i lavori all’impianto su cui la società biancorossa ha investito 1,3 milioni di euro, l’assemblea dei soci che ha sancito il passaggio da associazione sportiva a società sportiva dilettantistica e nominato i nuovi membri del Consiglio di amministrazione.

Il nuovo cda è così composto: Lorenzo Bosi presidente, Riccardo Cerza e Francesco Di Costanzo vice presidenti, Daniele Rossi, Giovanni Tiberio, Alessandro Pacenti, Ilaria Tesi, Alfonso Gattabria, Dario Baldassarri, Renato Marasco.

“Il progetto della Rondinella prende più forza con l’ingresso, nel capitale della società, di nuovi gruppi imprenditoriali e di imprenditori di vari settori – spiega il presidente Lorenzo Bosi – Il consiglio di amministrazione è stato rinnovato e i ruoli societari sono stati ridefiniti. Il nuovo consiglio è composto da dieci membri e vorrei sottolineare l’ingresso di Francesco Di Costanzo, come vicepresidente. Per una società che tenta di intraprendere la via dell’innovazione, avere a fianco Francesco è sicuramente importante. È la nostra figura simbolo per quando riguarda la comunicazione digitale e sarà sicuramente indispensabile in futuro per lo sviluppo del progetto”.

Francesco Di Costanzo
Inno Rondine Biancorossa